consulenza previdenziale per liberi professionisti

Previdenza per Liberi Professionisti


Oltre la Cassa di Previdenza dell'Ordine

Cos’è Azimut Previdenza

Azimut Previdenza mira a organizzare un fondo pensione complementare attraverso una gestione bilanciata delle risorse economiche, presenti e future, affidata ai nostri promotori aziendali: Azimut infatti ha una delle migliori scuole gestionali in Italia, che forma specialisti con competenze nel monitoraggio dell’andamento dei mercati e nella consulenza finanziaria.

Gestire il fondo pensione di un cliente per Azimut significa in primo luogo prendersi in carico della responsabilità del suo futuro: la capacità di pianificazione e l’attenzione verso i rischi del mercato sono di primaria importanza nelle soluzioni pensionistiche offerte da Azimut Previdenza.

Azimut Previdenza individua il giusto compromesso tra benessere per il presente e previdenza per il futuro attraverso un’analisi su volatilità, rendimento, età e anni mancanti alla pensione per creare un percorso su misura.

Azimut Previdenza cala la propria pianificazione in quattro diversi comparti d’investimento, poi ricalibrati ad hoc in base al cliente.

Cosa fa Azimut per i Liberi Professionisti

Con la riforma “Monti-Fornero” le anzianità contributive maturate dopo il 31 dicembre 2011 saranno calcolate per tutti i lavoratori con il sistema di calcolo contributivo, che determinerà una riduzione della pensione pubblica, rispetto all’ultima retribuzione: nella maggior parte dei casi non arriverà, per i professionisti più giovani, a coprire nemmeno il 50% dell’ultimo reddito.

In questo contesto interviene Azimut Previdenza rivolgendosi ai Liberi Professionisti: pur potendo contare sulle Casse di Previdenza dei singoli ordini professionali, per avvocati, ingegneri, notai, architetti, consulenti del lavoro, farmacisti, medici, psicologi, geometri, periti industriali e dottori commercialisti è ugualmente utile tutelarsi ulteriormente con un Fondo complementare, accedendo a vantaggi fiscali propri della loro categoria.

Grazie a una consulenza previdenziale e finanziaria esperta e competente, Azimut Previdenza permette di costruire una vera e propria seconda pensione per i Liberi Professionisti.

Previdenza per Liberi Professionisti

I vantaggi per Liberi Professionisti

  • Integrazione della posizione pensionistica futura: senza andare a compromettere le disponibilità economiche presenti, è possibile garantire al lavoratore lo stesso tenore di vita anche dopo il pensionamento; questo è particolarmente rilevante per i giovani, che hanno prospettive di pensione obbligatoria inferiori e che possono costruire per tempo un fondo pensionistico complementare
  • Anticipazioni: in virtù della normativa corrente, è possibile richiedere anticipazioni sulla pensione (anche complementare) a fronte di particolari esigenze quali spese sanitarie (fino al 75%), acquisto o ristrutturazione della prima casa (fino al 75% dopo 8 anni di adesione al Fondo) e per ulteriori casistiche (fino al 30% dopo 8 anni di adesione al Fondo)
  • Il reddito imponibile diventa deducibile fino a € 5.164,57 con un risparmio di imposte fino ad un massimo del 43%
  • La “Legge di Stabilità 2015” ha portato un aumento dell’imposta sostitutiva al 20% sul risultato di gestione e la tassazione effettiva dei redditi riferibili a titoli pubblici italiani ed esteri equiparati resterà al 12,50%, con un’aliquota inferiore a quella del 26% applicata su tutte le rendite finanziarie
  • Le prestazioni erogate sia in forma di capitale che di rendita sono tassate a titolo definitivo con un’aliquota del 15%, che decresce sino al 9%, mentre la normale pensione INPS è invece tassata con un’aliquota media IRPEF il cui primo scaglione è pari al 23%

Contattaci