azimut aiuta bergamo

Il Gruppo Azimut aiuta Bergamo contro il coronavirus


#bergamomolamia: è questo il grido di battaglia di un territorio gravemente ferito da un avversario subdolo e invisibile. La lotta al coronavirus a Bergamo e nella sua Provincia continua, senza sosta e senza resa, grazie alla tenacità dei bergamaschi e alla generosità di cittadini e aziende, che stanno offrendo supporto e donazioni per aiutare a sconfiggere l’epidemia.

In queste settimane difficili, Azimut Holding sta dando un importante contributo a sostegno degli ospedali della Provincia di Bergamo e di quelli delle altre aree più colpite dal virus, grazie all’attivazione di diverse iniziative di beneficienza.

Il primo gesto di generosità compiuto da Azimut Holding è stato uno stanziamento complessivo di 220 mila euro per l’acquisto diretto di apparecchiature mediche e mascherine. Nel dettaglio la donazione prevede:

  • un totale di 11 ventilatori polmonari, suddivisi tra l’Ospedale di Bergamo (5), l’ASUR Marche (3), l’Ospedale di Piacenza (1), l’ASL di Imola (1) e l’Ospedale Sansavini Villa Maria di Bologna (1);
  • oltre 3.000 mascherine, suddivise tra l’ASL di Bologna (1.450), l’ASUR Marche (1.100) e l’Ospedale di Piacenza (600);
  • 50 broncoscopi monouso per l’Ospedale di Piacenza.

A seguito di questo primo intervento, Azimut Holding ha continuato ad arricchire ulteriormente la dotazione dei reparti di terapia intensiva con il noleggio di 35 ventilatori polmonari, di cui 20 destinati all’ATS di Bergamo.

Vista la grande richiesta di dispositivi di protezione individuale (come mascherine e tute), Azimut Holding si sta impegnando a procurare anche questi equipaggiamenti, indispensabili per tutelare i medici che ogni giorno combattono in prima linea per la salute di tutti gli italiani.

Il Gruppo Azimut stima di poter mettere in campo fino a un valore totale di un milione di euro per supportare Bergamo e le altre Province italiane nella lotta al coronavirus.

Pietro Giuliani, Presidente del Gruppo, commenta:

“Riteniamo che in questo momento poter disporre di queste attrezzature valga più di qualsiasi donazione in denaro per le strutture ospedaliere. Oltre a fare bene il nostro mestiere al fianco dei nostri clienti, crediamo sia opportuno dare un contributo concreto alle comunità più bisognose. Abbiamo sostenuto per primi quest’iniziativa e per questo siamo stati contattati da numerosi enti ed aziende private che si sono rivolti a noi per confrontarsi e replicare le modalità di intervento adottate in modo da poter offrire il loro contributo”.

L’efficacia dell’intervento di Azimut Holding è stata merito di ‘AZIONE Azimut per la Comunità’, organizzazione presente sul territorio per sostenere i progetti locali di responsabilità sociale: guidata dal Comitato di Sostenibilità e parte del programma ESG di Azimut, ha sfruttato la capillarità della sua presenza e delle sue connessioni per dialogare con le strutture ospedaliere, comprendendo le loro necessità più urgenti, e con i fornitori di equipaggiamenti e attrezzature mediche, gestendo l’acquisto (o il noleggio) delle dotazioni e la loro consegna presso gli ospedali più in difficoltà.

In aggiunta a queste iniziative, la Fondazione Azimut Onlus ha aperto un conto per raccogliere donazioni: la cifra versata verrà raddoppiata da Azimut e impiegata per l’acquisto di altre dotazioni mediche, selezionate sul mercato internazionale grazie alla collaborazione dei colleghi presenti nelle sedi del Gruppo di tutto il mondo.

Per chi vuole contribuire, il numero di conto corrente è IT87B0339512900052263029690, con causale ‘Donazione’.

Il Gruppo Azimut, presente a Bergamo con una delle sue agenzie di Capital Management, rinnova il suo impegno nel sostenere la comunità con iniziative di responsabilità sociale, che ora come non mai possono aiutare concretamente le persone e i territori e permettere al Paese di superare questa crisi.