investimenti ecosostenibili

I Green Bond a sostegno delle imprese


I temi ambientali sono spesso intrecciati con quelli economici: i processi delle imprese consumano risorse naturali e generano materiali di scarto, e i prodotti finali devono essere smaltibili una volta esaurito il loro ciclo vitale.

Si tratta chiaramente di temi che toccano tutti noi, ma dal lato dell’impresa migliorare l’ecosostenibilità significa introdurre nuove tecnologie, competenze e modelli produttivi che comportano importanti investimenti.

Per bilanciare le necessità della collettività e quelle degli imprenditori, sono state introdotte diverse misure.

Da una parte abbiamo le iniziative di natura penalizzante: sono state stabilite precise regolamentazioni e standard a cui ogni comparto produttivo è tenuto a adeguarsi per limitare sprechi, emissioni e uso di sostanze inquinanti.

A fianco troviamo azioni per incentivare i comportamenti virtuosi e sostegni economici per sostenere le imprese nella loro transizione verso l’ecosostenibilità.

Gli sforzi degli imprenditori e degli altri attori coinvolti (istituzioni, organizzazioni e anche privati cittadini) vengono valutati dall’Unione Europea sulla base di una roadmap condivisa per raggiungere obiettivi ambientali, come l’abbattimento delle emissioni e l’aumento delle energie rinnovabili, entro alcune date prestabilite.

Il cosiddetto European Green Deal dovrà più che dimezzare le emissioni di gas serra nel prossimo decennio e le istituzioni finanziarie nazionali e comunitarie si stanno preparando a erogare grandi quantitativi di denaro sotto forma di diversi incentivi, anche a fronte di una crescente consapevolezza dell’opinione pubblica sui temi ambientali: si stima che dal 2021 bisognerà aumentare di 177 miliardi di euro i finanziamenti annuali per raggiungere gli obiettivi concordati.

Tra i principali protagonisti di questo percorso verso l’ecosostenibilità troviamo i Green Bond: le obbligazioni verdi sono emesse per progetti che impattano positivamente sull’ambiente e permettono quindi di finanziare le iniziative di ecosostenibilità delle imprese.

Nel 2019 sono stati emessi Green Bond per 225 miliardi di euro in tutto il mondo, di cui 5,4 in Italia con una crescita di quasi il 200% rispetto al 2018; a oggi il totale globale delle obbligazioni verdi è di 520 miliardi di euro, con un contributo italiano pari a 11,4 miliardi di euro.

Per sostenere questa crescita, le istituzioni finanziarie puntano a facilitare e promuovere questo genere di investimenti: la Borsa italiana, per esempio, ha un ruolo molto attivo nel definire standard informativi e fa parte del Sustainable Stock Exchanges Initiative, della Climate Bonds Initiative e degli osservatori dei Green Bonds Principles.

La Borsa condivide anche l’elenco degli strumenti green e social negoziabili sui mercati, permettendo agli investitori di identificare quali progetti vanno a finanziare: oltre a sostenere l’European Green Deal, queste iniziative rispondono al crescente interesse dei risparmiatori verso gli investimenti ecosostenibili, come dimostra la correlazione positiva tra indice ESG e rendimenti.

Nell’attraversare questo scenario finanziario in forte evoluzione, l’esperienza è la chiave per guidare imprese e risparmiatori lungo la rotta di investimento più vantaggiosa: affidati ai consulenti di Azimut Capital Management Agenzia di Bergamo.