analisi-portafoglio-investimenti

Da dove partire per investire nel 2020: analisi del portafoglio


Il 2019 è stato un anno di importante crescita finanziaria, che ha permesso agli investitori più lungimiranti di ottenere una soddisfacente marginalità.

Nel 2020 bisognerà fare i conti con diversi fattori che avranno sicuramente degli effetti sui mercati, come la Brexit, le tensioni mediorientali e le elezioni americane: tuttavia è possibile sia tutelarsi dalle potenziali conseguenze negative di questi eventi, sia trasformarli in occasioni di crescita, a patto di prepararsi adeguatamente.

È quindi importante individuare la giusta direzione per investire fin dalle prime settimane di quest’anno affidandosi alla comprovata esperienza dei professionisti di Azimut Capital Management Agenzia di Bergamo per effettuare l’analisi del portafoglio.

Per chi ha già un portafoglio di investimenti, il SAP (Servizio Analisi Portafoglio) di Azimut offre un quadro completo sulla sua situazione finanziaria grazie a un check-up sia qualitativo che quantitativo delle sue posizioni bancarie.

In questo modo viene compilato un report completo degli asset del cliente, così da individuare punti forti e punti deboli del suo portafoglio, capire quanto è diversificato e quanto è volatile, e avere quindi tutte le informazioni necessarie per intervenire e migliorare la sua posizione finanziaria.

Il documento allegato all’analisi del portafoglio condensa tutta la competenza dei consulenti finanziari di Azimut Capital Management, che riportano le informazioni oggettive su macro assets, micro assets, strumenti e valute, e le accompagnano con spiegazioni e commenti a beneficio del cliente: per esempio, il SAP evidenzia possibili scenari futuri per un dato asset e indica quali comportamenti adottare per trarre il massimo vantaggio o limitare le proprie perdite.

Questo processo viene ripetuto per ogni singolo prodotto finanziario, così da ottenere un quadro puntuale delle proprie posizioni bancarie.

A riassumere tutte queste informazioni, il report riporta alcune annotazioni generali sul portafoglio; di particolare importanza sono tre voci:

  • Rischiosità del portafoglio: sulla base dei dati raccolti viene stimata la volatilità del portafoglio sotto forma di un valore percentuale, con i numeri inferiori al 3% che indicano un basso profilo di rischio e quelli superiori al 15% che rappresentano un alto profilo di rischio;
  • Esposizione in mercati: il portafoglio viene scorporato in diversi comparti (azionario, obbligazionario, monetario, …) individuando quanto incide ognuno sul totale e raffrontandoli al portafoglio di riferimento di Azimut, così da evidenziare quanto si discosta da un modello equilibrato;
  • Considerazioni: il SAP fornisce consigli su come allineare il portafoglio al modello proposto da Azimut e delinea i benefici che possono derivare intraprendendo le azioni elencate.

Tutte le informazioni vengono presentate in modo trasparente, permettendo al cliente di leggere il report in autonomia; l’assistenza del consulente finanziario, comunque, è preziosa per attuare al meglio le indicazioni emerse grazie al SAP.

Per prepararti agli investimenti per il 2020, affidati al Servizio di Analisi del Portafoglio di Azimut Capital Management Agenzia di Bergamo.